La Troika è il nuovo Cerbero. Il 25 Maggio affamiamo la bestia

129900Siamo nel 2014. Il muro di Berlino è caduto da un pezzo. Il mondo è cambiato profondamente. Dopo il fallimento economico politico che ha portato alla caduta dell’URSS, il dualismo USA-Russia è finito. Quel muro, insieme ai suoi limiti ed alle sicurezze che ci dava è caduto. Nuovi equilibri dovevano farsi spazio. Oggi, a distanza di anni, nubi nerissime si affacciano all’orizzonte del nostro futuro; L’umanità si sta tuffando in un nuovo tempo, e le nuove regole sono subdole, striscianti lontane dai cittadini.

Prima dell’appuntamento con le elezioni europee di fine maggio, sarebbe utile che ognuno di noi si chiedesse cosa è l’Europa adesso e come vorremmo che fosse. Il trattato di Maastricht del 1992 ha trasformato la CEE in un nuovo soggetto finanziario prima che politico. Venivano decretati dei parametri economici capestro di permanenza nell’unione. Tutte le decisioni successive furono altrettanto catastrofiche. Pian piano prendeva corpo un modello di accentramento progressivo di poteri e prerogative, che prima appartenevano ai singoli stati.

Dal 1º gennaio del 1999 l’Euro diventa la valuta ufficiale dei 18 stati membri. Nello stesso momento, tutte le funzioni di politica monetaria e tasso di cambio delle banche centrali nazionali vengono trasferite alla BCE. La Moneta unica non viene vista come uno strumento intermedio, ma come un obiettivo a cui piegarsi.

Nel 2003 viene presentata la Costituzione europea, e sottoposta ai singoli stati. I cittadini Olandesi e Francesi bocciano la carta, in Italia non si vota. La Costituzione Europea sarà un flop. Qualcuno capisce che è necessario aggirare i cittadini evitando di farli decidere su temi di questo tipo. Il sentiero antidemocratico è tracciato.

Nel 2007 viene ratificato il Trattato di Lisbona. Per evitare il passaggio dell’approvazione da parte dei cittadini mediante referendum, vengono usati i trattati. Gli stessi principi della fallimentare Costituzione Europea vengono ratificati con decisioni politiche unilaterali. I cittadini degli stati membri non possono esprimersi, lo svuotamento di poteri dei singoli stati è totale.

Oggi l’Europa è quella che conosciamo, non parla più di popoli e di culture. Un Europa che non valorizza le individualità dei singoli stati dentro una realtà più vasta. Un Europa che parla solo di debito e partite finanziarie. I debiti dei singoli stati contano più dei cittadini europei. I popoli sono sacrificabili, i debiti NO. Un Europa che In nome del debito ci impone tasse e stili di vita. Ci hanno privato di tutto ormai.

In questa Europa il ruolo della Germania è discutibile, antidemocratico, sbilanciato, feroce. Ogni capo di stato europeo va in peregrinaggio dalla Merkel nei primi 5 giorni succesivi la proclamazione. L’Europa è spietata. Ci hanno fatto credere di aver salvato la Grecia. Non fidatevi. Abbiamo solo affamato il popolo Greco per tre generazioni per saziare la bestia. Anzi, le bestie.  La Troika, costituita da Fondo Monetario InternazionaleBCE e Commisione Europea. Il nuovo Cerbero. Nella mitologia greca, Cerbero, era un mostro a guardia dell’ingresso dell’Ade, il mondo degli Inferi. Veniva rappresentato come un mostruoso cane a tre teste, le quali simboleggiavano la distruzione del passato, del presente e del futuro. Questa è l’Europa di oggi. Questa è la troika.

La Germania guida questo sodalizio di sangue con rigore inapprensibile. Indirizza le tre bestie feroci a proprio piacimento. I governi dei singoli stati sono sospesi, non esistono di fatto. I politici dei singoli stati non si oppongono a questo inganno. Anzi. Scopo della classe politica è fingere e piegarsi, ammansire le folle, manipolare i cittadini. Berlusconi è stato rimosso e rimpiazzato con una decisione incostituzionale di Napolitano pilotata da Berlino. Monti, Letta, Renzi non sono stati votati da nessuno. Ci hanno imposto tre governi che non sono stati scelti dai cittadini italiani. Forse non sono stati scelti in Italia.  Nel frattempo non si vota più. La Troika viene aizzata dalla Germania contro ogni stato che volesse alzare la testa. La Bestia ha sempre più fame. Il Cerbero ha bisogno di carne.

Renzi, Alfano, Berlusconi, Napolitano e tutto il partito unico, prima di pensare al futuro dei nostri figli ed al presente dei nostri anziani devono saziare le tre belve. Fiscal Compact, ESM, patto di stabilità; tutti trattati voluti per dar da mangiare al nuovo Cerbero controllato dalla Germania. All’indomani delle elezioni Europee arriverà l’ERF, un altro meccanismo economico  perverso che ci ruberà ancora la nostra sovranità, i nostri risparmi, le nostre vite.  Aspetteranno la fine delle elezioni per parlarcene.

Quanto potremo resistere ancora? E’ questa l’europa che volete? Noi siamo per rinegoziare tutte queste cose irragionevoli. Siamo per un’europa dei popoli e non della finanza. Siamo per una vera e piena idea di Comunità dei cittadini Europei, che sia diversa dall’Unione Monetaria. Il 25 Maggio votate in modo diverso. Il 25 Maggio decidiamo insieme di affamare la bestia.

#affamiamolabestia

Marcello

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...