Cosa c’è dietro “I segreti della casta”

Ciao a tutti. E’ un bel po di tempo che non scrivo più, ma ultimamente mi è tornato il desiderio di prendere la tastiera e strapazzarla un po. Di cosa vi parlo? “I segreti della casta”, è un blog che ha conquistato la bellezza di 300.000 visite in meno di 48 Ore in una sola pagina. Veniamo alla storia: SpiderTruman, è un ex dipendente precario che conosce gli sporchi traffici della politica. Questo anonimo signore decide di diffondere le sue conoscenze di malapolitica usando la rete.

Ne viene fuori il fenomeno mediatico più interessante delle ultime settimane. Cerchiamo di capire come è successo e perchè.

La mia opinione è che tutto ciò che è stato riportato sia vero, ma che sia anche fortemente manipolato da qualche interesse. Non è un’opinione politica, è un’opinione personale.
Iniziamo dal messaggio. Sembra costruito ad arte da un sarto di comunicazione sociale. La sintesi è che “La politica è sporca” ed i “I politici sono dei ladri”, ma non è riportato con questa semplicità. E’ articolato con maestria ed astuzia.
Come? Con la comunicazione sociale stratificata. Vediamo di cosa si tratta.
Si tratta di metodologie di comunicazione che amplificano la diffusione delle informazioni. Avete presente come si diffondono le leggende metropolitane? Ecco il meccanismo è lo stesso. In sostanza il messaggio viene arricchito con degli strati che ne assicurano la diffusione e lo rafforzano.
Il primo strato. Il concetto…
Costituisce il cuore del messaggio. Contiene il concetto da diffondere, la notizia. Nel nostro caso la notizia è che ci sono dei privilegi della casta politica assolutamente inaccettabili. Con questo tipo di formulazione, però, probabilmente non avrebbe avuto molto seguito. Quindi sono state usate delle circostanze precise. “Come tutti possono ottenere l’auto blu” ad esempio. Oppure “Il vergognoso affitto di Palazzo Marini”. Notizie esclusive …. che trasformano tutto in un gossip. Ed alla gente piace il gossip.
Il secondo strato. Il supporto….
Serve a dare al lettore fiducia e sicurezza sulle fonti, a documentare la storia. Cosa c’è di meglio di un dipendente precario che ha lavorato all’interno dei palazzi del potere per una decina d’anni?
Il terzo strato. L’esempio…..
E’ lo strato che supporta tutta l’impalcatura mediatica. Lo scopo è creare empatia nel lettore. Immedesimazione. Vicinanza sociale e mentale con chi ci racconta la vicenda. “Sono stato licenziato” … “Voglio fargliela pagare”. Una rivincita che è assolutamente condivisibile. E’ esattamente quello che ognuno di noi vorrebbe fare se si trovasse nella stessa situazione.
Ecco fatto. Abbiamo confezionato una ricetta di comunicazione sociale, un cocktail esplosivo a cui tutti rispondono con “Mi piace” e “Condividi” su blog e social network. Se ci pensate ognuno di noi può costruire storie avvincenti usando questi tre strati di comunicazione. Questa sembra davvero uscita da un’agenzia di marketing.
Il business
Un altro aspetto da considerare in tutta questa vicenda è che sul blog sono presenti campagne pubblicitarie Google e banner. Questo vuol dire che per ogni visita al blog, per ogni click e per ogni condivisione il signor SpiderTruman guadagna qualcosa. Adesso senza voler malignare su nessuno, con 300.000 visite in due giorni si possono fare dei bei soldini. In dieci giorni si potrebbe arrivare a più di un milione di visitatori.
Di sicuro la pagina è stata un successo. SpiderTruman ha indovinato modi, tempi ed anche strumenti.
Che conclusioni ne possiamo trarre? La rete continua ad essere un mezzo dalle dinamiche sociali assolutamente diverse da tutti gli altri. Che le notizie pubblicate probabilmente sono reali, ma che il fenomeno mediatico, forse, è stato studiato a tavolino. Probabilmente lo sapremo nei prossimi giorni, intanto godiamoci l’evolvere della storia, ed impariamo cosa si può fare usando la comunicazione in modo creativo.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...